NUOVA USCITA - PER GIANNI MURA
ISBNFormatoPagineQ.tàPrezzo
978889271065814,5x21x1210€ 18,00

Aggiungi al carrello


Italia
massimo € 6,00 di spese di spedizione a prodotto,
spedizione gratuita per ordini uguali o superiori a € 50,00

Comunità Europea
massimo € 15,00 di spese di spedizione a prodotto,
spedizione gratuita per ordini uguali o superiori a € 90,00

Tutti gli altri Paesi
massimo € 40,00 di spese di spedizione a prodotto,
spedizione gratuita per ordini uguali o superiori a € 150,00

Per raggiungere il budget minimo di spesa, all’acquisto dei libri puoi aggiungere altri prodotti dei nostri negozi su questo sito, visitali tramite il filtro negozi a sinistra dei prodotti
Per info, ordini esigenze particolari, reclami o resi contattaci a:
davinci@artifices.it ] oppure [ +39 0457114134 / +39 345 7151809
Collana:

La coda del drago - Vol. 7

NUOVA USCITA - PER GIANNI MURA


Saggi, ricordi e testimonianze

Editore:

Edizioni03

http://www.edizioni03.com/

Autore:

Adalberto Scemma

Profilo dell'Autore | Recensioni

Descrizione:

“Senzabrera”. L’immagine, folgorante, è di Gianni Mura, che raccontava così un mondo del giornalismo sportivo rimasto privo della sua stella polare. Se è vero però che Gianni Brera ha occupato per un trentennio lo scanno regale della professione, è altrettanto vero che la stessa aurea dimensione è toccata a Mura nel trentennio successivo. Si chiude, a questo punto, un cerchio ideale di comunanza che non ha più bisogno di date e neppure di confini anagrafici. Perché i “Senzabrera” vanno per un naturale processo di osmosi sentimentale a coincidere con i “Senzamura”, testimoni di un giornalismo sempre vissuto nelle sue componenti etiche, le stesse che Gianni ha affinato nel lungo rapporto con Gianni Brera che in questo, non tanto nella scrittura, gli è stato maestro.
La scrittura no, Gianni Brera era talmente al di là di ogni percezione, nella struttura di un linguaggio così ferocemente innovativo, da non aver lasciato eredi. Di questo Mura dava evidente testimonianza schermendosi, da un lato, ma collocandosi al tempo stesso su un sentiero diverso, un sentiero persino più impegnativo da percorrere, con lo sguardo volto sempre con acume al “fuori”, a una dialettica orchestrata tra sport e contesto sociale.
A sdoganare criticamente Gianni Mura dal retaggio breriano ha contribuito con questo libro (che rappresenta soprattutto una testimonianza di affetto) il gruppo storico dei “Quaderni dell’Arcimatto”, la rivista di studi e approfondimenti diretta da Adalberto Scemma e Alberto Brambilla. L’autorevole Franco Contorbia, che fa parte del comitato scientifico, aveva sottolineato a suo tempo la necessità di “cominciare a pensare” a un lavoro critico molto articolato che analizzasse in profondità l’opera di Mura con i medesimi criteri utilizzati per Brera. Ha cominciato a farlo, e non è certo un caso, con lo splendido intervento che apre gli approfondimenti di questo “Per Gianni Mura”, arricchito da una serie di firme prestigiose.
“Per Gianni Mura” offre una lettura agile, pur nelle evidenti connotazioni di impegno linguistico, ed è diviso opportunamente in sezioni. Claudio Rinaldi ha aperto il volume con una sorta di (auto)biografia ripercorrendo le tappe del percorso di Mura, poi approfondito dall’intervento di Franco Contorbia su René Guy Cadou e dal dialogo orchestrato tra Adalberto Scemma e Gilberto Lonardi.
Sergio Giuntini ha esplorato le radici giornalistiche di Gianni Mura (l’esordio sulle pagine de “La Gazzetta dello Sport”) mentre Fernando Acitelli, Andrea Maietti, Massimo Raffaeli e Adalberto Scemma hanno curato il capitolo “I sogni e le passioni”. Testimonianze suggestive sulla personalità sfaccettata di Mura sono state fornite da Adriano Ancona, Damiano Tommasi, Stefano Bizzotto, Alberto Brambilla, Massimiliano Castellani, Alessandro Chiappetta, Adalberto Scemma, Vittorio Testa e Furio Zara. Spazio anche alla passione di Gianni per la cucina e per i vini (interventi di Massimiliano Castellani, Gigi Garanzini, Katia Golini e Adalberto Scemma) e per il ciclismo (le pagine del Tour rivisitate da Pasquale Coccia e Lorenzo Longhi).
Il “metodo Mura” è stato illustrato dai colleghi storici de “La Repubblica” (Emanuela Audisio, Michele Serra, Giuseppe Smorto e Fabrizio Ravelli). Infine i compagni di strada (Tony Damascelli, Luciano Del Sette e Darwin Pastorin) testimoni di un percorso professionale (il lavoro da inviato e la parentesi di Emergency) che ha sempre visto Gianni Mura in prima linea.

ANTEPRIMA SFOGLIABILE                                                                 NUOVA USCITA - PER GIANNI MURA



Per info, ordini, esigenze particolari, reclami o resi contattaci a
davinci@artifices.it ] oppure [ +39 0457114134 / +39 345 7151809
ARTIFICES SRLS - P.IVA: 04429100235 - REA: vr-419537
Sede Legale: Via Europa, 8 - 37060 Castel d'Azzano (VR) - davinci@artifices.it - +39 0457114134
Sede Operativa: Via G. Garibaldi, 5/20 - 37057 S. Giovanni Lupatoto (VR) - davinci@artifices.it - +39 0457114134 / +39 345 7151809 - Fax: 0457114134
Continuando la navigazione su questo sito, si acconsente all'utilizzo dei cookies e si dichiara di aver letto e accettato integralmente la nostra Informativa sulla privacy  e la nostra Policy sui Cookies
E-Comm 2 (1.6.5) .::. © TLG Design 2016-2022